mercoledì 2 novembre 2011

Primi passi minimalisti

Ispirato al libro La Sfida delle 100 cose, ho cominciato a dedicarmi allo sviluppo di un atteggiamento minimalista. Come? Dandomi alle grandi pulizie e alla ricerca di acquisti inutili sparsi tra bagno e camera da letto.
Ovviamente ho trovato moltissima roba futile e, a volte, inutilizzabile.

Ho iniziato il grande repulisti dai bagni concentrandomi subito sulla montagna di campioncini delle più disparate tipologie, sparsi ovunque: fondotinta in crema, profumi, creme per il viso, pomate anti-cellulite, bagnodoccia, olii e tanti shampoo di hotel.
Ho buttato via tutti i campioncini vecchi, risalenti anche a più di 5 anni e quindi non più indicati all'uso. Ho fatto intraprendere la via della spazzatura anche ai fondotinta in crema innanzitutto perché io uso solo trucco minerale e, in secondo luogo, perché il colore non si addiceva per nulla al mio incarnato. Avrei rischiato il patetico effetto mascherone!
Ho tenuto solo i tester più recenti come quelli dei profumi, la crema per le gambe stanche, due campioncini di olio d'argan e alcuni shampoo; quest'ultimi sono stati mischiati con il Garnier all'henné e aceto di mora attualmente in uso in doccia. Già, questo prodotto non è molto ecologico ma devo ancora trovare un metodo per lavarmi i capelli in modo eco-friendly senza ottenere l'effetto stoppa in testa.

Poi ho scovato due fluidi liscianti per i capelli, comprati da una parrucchiera molto convincente anni fa ma mai usati :( Anche questi vecchissimi considerando il fatto che io vado una volta/due volte all'anno dalla parrucchiera. Sono finiti direttamente nella spazzatura.

Per fortuna ho trovato anche qualcosa di vecchiotto ma comunque riutilizzabile come la Ghassoul, un tipo di argilla neutra del Marocco utile per lavare e pulire i capelli e la pelle. Se non sapete come usarlo, guardate anche voi questo video di Carlita oppure leggete questo topic su Capelli di fata (in quest'ultimo caso dovete prendervi un po' di tempo per scorrere tutte le 79 pagine del thread).
Io ho provato a fare una maschera seguendo le indicazioni di Murex e ne sono rimasta estasiata! Come ho fatto a lasciarla lì inutilizzata per così tanto tempo... sono proprio una stupida! Mi ha lasciato la pelle del viso liscia e morbida come nessuna maschera preconfezionata è mai riuscita.
Ecco cosa vi serve:
  • 50 ml di ghassoul
  • 10 ml di miele
  • 10 ml di succo di limone
  • qualche goccia di latte (io non l'avevo e ho messo dell'acqua)
  • qualche goccia di olio di mandorle dolci
Mescolare gli ingredienti in modo da ottenere una pasta senza grumi, spalmare e lasciare agire finché la maschera non si secca, dopo di che sciacquare.

Il mio obiettivo non è di arrivare a possedere solo 100 cose, ma di non comprare niente nel settore cosmetico per moooolto tempo. Voglio usare e finire la maggior parte dei prodotti conservati e poi darmi completamente all'acquisto di cosmetici bio e allo spignattamento, ma con oculatezza.
In realtà vorrei applicare questo comportamento per qualsiasi area merceologica: abbigliamento, accessori, borse... E anche ai libri, ma qui il discorso si fa assai più difficile: ci vuole moltissima forza di volontà e parecchia determinazione.

4 commenti:

Hob03 ha detto...

bravissima! vedo che hai iniziato alla grande!! è difficile, ma vedrai che ce la farai anche in tutti gli altri settori, ci vuole tempo e pazienza...

per quanto riguarda i prodotti di cosmesi sei stata davvero implacabile, anche se erano solo campioncini;io invece ho scelto di usare tutte quelle creme e cremine che prima non mettevo solo per pigrizia, evitando di comprarne altre, of course!

Trovo ottima l'idea del ghassoul e domani stesso voglio chiedere al mio negozio bio di fiducia se ce l'hanno e provarlo perché anche io finora non ho trovato valide alternative agli shampoo classici (i lush solidi li ho bocciati, anzi vorrei chiedere un risarcimento)...sui libri ci sarebbe da scrivere un post a parte: per quanto mi riguarda, insieme alle scarpe, è la sfida più dura ma ce la si può fare...intanto smettere di comprarne è un ottimo inizio, anche se detto così può sembrare una bestemmia! Ti do un piccolo consiglio che magari può tornare utile anche a te, non è farina del mio sacco e l'ho trovato utilissimo: fai una lista scritta e fotografa tutto quello che stai pensando di buttare, poi rileggi/riguarda con calma, a freddo ti aiuterà a focalizzarti meglio sulle tue reali necessità e dopo butterai senza rimpianto.

Ps scusami per il commento lunghissimo, spero di non averti intasato il blog!

Eleonora ha detto...

ma va, che intasatura :D come vedi questo blog non è frequentatissimo, quindi sentiti libera di scrivere commenti-fiume. A me può fare solo piacere.

Sono stata implacabile con i campioncini perché, appunto, molti erano vecchissimi e non mi pareva san tenerli. Però ho tenuto molte cose, anche balsami, mille campioncini di profumi, diversi deodoranti, ecc. Quindi ne ho da smaltire, tranne che per shampoo e bagnoschiuma.

In effetti mi era balenata l'idea di documentare con fotografie il downshifting, magari lo farò ;) grazie del suggerimento.

Fammi sapere come ti trovi con la ghassoul, io non l'ho ancora provata sui capelli!

Hob03 ha detto...

ri-ciao, ho visto che mi avevi lasciato un commento, ma l'ho letto solo ora! ti lascio il link al mio 2° blog dove pubblico le foto di tutte le scemate che butto via (non lo faccio per autopromozione, è che magari ti può tornare utile fare come me, poi vedi tu, io ho capito che il decluttering è una faccenda molto "soggettiva") http://ilripostigliodihobina.blogspot.com/search/label/Decluttering

Per il ghassoul ti farò sapere appena lo trovo, non sono sicura che il negozietto di cui ti dicevo lo venda, ma sicuramente lo proverò visto che va benissimo anche per la pelle

a presto

Eleonora ha detto...

No, ma che figurati! Ora me lo spulcio per bene :)
Io ho preso il ghassoul sul sito di saicosatispalmi, è della TEA.
A presto!

Related Posts with Thumbnails