mercoledì 4 gennaio 2012

Zero rifiuti



Bisogna far posto a ciò che deve durare a lungo — José Martì

Consigli per il privato cittadino per rendere il mondo — o almeno gli spazi che frequentiamo — un posto più pulito, ma anche per gli amministratori pubblici (al punto che, in certi momenti, fantasticavo di essere il sindaco della mia città e di mettere in atto tutte le dritte della Correggia per far diventare Crema la città più ecologica e riciclona dello stivale!).

Ecco la premessa del libriccino: ok con il riciclo spinto, ma è meglio prevenire i rifiuti dall’inizio della catena. Infatti il sistema attuale “sfocia in troppe cose inutili prodotte, troppe scartate, troppe avanzate, troppi oggetti con una vita corta, troppi senza vero valore d’uso, troppo che non si consuma, troppi imballaggi, troppa obsolescenza”.
Con un’attenta prevezione si possono ottenere numerosi vantaggi: più salute; più legalità; più economia locale e più equità; più rispetto ambientale e sociale; più prevenzione dei rifiuti a monte; più piacere per i cinque sensi; più senso civico e cultura; più risparmio.

Perché non iniziamo noi, semplici individui, ad attuare a casa, in ufficio, in giro le pratiche corrette per ridurre i consumi superflui e gli imballaggi inutili (oltre ovviamente a separare correttamente gli inevitabili rifiuti) invece di aspettare che le direttive piovano dall'alto?
Iniziamo noi ad essere il modello da imitiamo e speriamo che le PA ci seguano a ruota, non limitandosi solo a stendere piani e progetti per la serie "tanto fumo e niente arrosto" ma attuando un comportamento esemplare, promuovendo iniziative di sensibilizzazione sul problema dei rifiuti e occupandosi dell’educazione della cittadinanza.

Non aspettiamo che, come accade troppo spesso in Italia, si arrivi a situazioni d’emergenza ingestibili (Napoli, remember? solo per citare l'esempio più noto alle cronache) per accorgersi delle cose e — forse — far smuovere qualcuno.
Be the change you want to see in the world.
E se volete approfondire l'argomento, ecco dei link utili:

Dettagli
"Zero rifiuti"
di Marinella Correggia
Editore: Altreconomia Edizioni
Data di pubblicazione: 2011
Pag. 102
Prezzo: 5€

2 commenti:

Hob03 ha detto...

non conoscevo questa autrice, ma come sai l'argomento riciclo mi interessa moltissimo. Proverò a cercare il libro in biblioteca e nel mentre darò un'occhiata ai link :)

Eleonora Festari ha detto...

E' proprio un libriccino minuscolo, sinceramente dubito che si riesca a trovare in biblioteca. A meno che tu possa fare affidamento su una biblioteca fornitissima. Altrimenti lo trovi nei negozi equosolidali Altromercato; io l'ho preso proprio lì.

Related Posts with Thumbnails